‘Ndrangheta, il clan Mancuso e la “spina” del pentito Mantella (VIDEO)

Klaus-Davi-intevista-Salvatore-Mancuso
Facebooktwittergoogle_plusmail

Intervista di Klaus Davi a Salvatore Mancuso, esponente della nota famiglia di Limbadi, che attacca ed insulta il collaboratore di giustizia vibonese: “E’ un pagliaccio”

“La ‘ndrangheta non morirà mai, ci sarà fino alla fine dei tempi e sa perché? Perché serve a criminalizzare famiglie innocenti che vengono accusate e perseguitate solo perché si chiamano in un certo modo. Venga a vivere con me e vedrà che sono tutte balle”. Lo ha dichiarato Salvatore Mancuso, esponente della famiglia di Limbadi, fratello dei più noti Francesco e Pantaleone “l’Ingegnere”, intervistato nella sua casa da Klaus Davi e Alberto Micelotta, in collaborazione con il network regionale RTV.  “Non vogliono che muoia, la portano come un senso di male per noi, la usano come strumento”.

L’attacco al pentito. Mancuso ha anche attaccato il pentito Andrea Mantella che recentemente ha rilasciato dichiarazioni contro la famiglia Mancuso: “È un pagliaccio. Uno che spacciava cocaina negli ospedali di Cosenza e Tropea”. Gli autori hanno anche chiesto se un figlio gay nella famiglia Mancuso sarebbe un problema: “No, verrebbe accettato nonostante sia una malattia genetica”, ha risposto Mancuso.

LA VIDEO-INTERVISTA DI KLAUS DAVI A SALVATORE MANCUSO

Potrebbero interessarti

Controlli sulle strade di Cosenza: 13 “beccati” a guidare con telefono in mano
Regione Calabria Efficienza energetica per illuminazione pubblica, boom di richieste
Lega-pro SERIE C | Ecco i risultati e la classifica dopo la quinta giornata