Riesplode il caso Provincia a Vibo, rischio chiusura scuole e strade

provincia-vibo-protesta
Facebooktwittergoogle_plusmail

I dipendenti sono nuovamente sul piede di guerra per via del mancato pagamento degli stipendi. Avanzano cinque mensilità e lunedì incontreranno il presidente Niglia

I dipendenti della Provincia di Vibo Valentia sono nuovamente sul piede di guerra. Non prendono soldi da mesi, avanzano cinque mensilità e i loro stipendi sono bloccati nell’ufficio tesoreria del Monte Paschi di Siena. Ci sono da pagare i mutui per opere pubbliche (alcune davvero inutili) accesi negli anni passati e lasciati in eredità all’Amministrazione provinciale diretta da Andrea Niglia che lunedì incontrerà in assemblea i lavoratori nel tentativo di trovare una soluzione.

Il presidente interesserà della vicenda il prefetto Guido Longo, si dice pronto a diffidare la banca e lamenta l’indifferenza dei deputati del territorio per una questione che non riguarda solo i dipendenti ma tutta l’intera provincia alle prese con disservizi generati dagli effetti devastanti del decreto Delrio.

Intanto c’è il serio rischio che le scuole che ricadono sotto la gestione dell’Amministrazione provinciale restino chiuse e che, addirittura, possa slittare l’inizio dell’anno scolastico. Non ci sono soldi, la liquidità scarseggia, le strade sono sempre più dissestate e avanti di questo passo non rimarrà che chiuderle per evitare incidenti e tragedie. (mi.fa.)

Potrebbero interessarti

Tonno Callipo, scongiurato il trasloco. Via libera all’ampliamento del PalaValentia
Salerno-Spasari-Ferrante Robin Hood, avviso di conclusione indagini per 18 persone
finanza Officina “abusiva” scoperta dalla Finanza. Sequestro e multa da 15 mila euro