Il Collegio di garanzia del Coni dà ragione al Rende: ripescato in Serie C

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il club biancorosso ottiene giustizia e capovolge le decisioni del Consiglio federale che aveva escluso il ripescaggio in Lega Pro. Lumezzane e Vibonese al Tar del Lazio

Il Rende ha vinto la sua battaglia giudiziaria contro la Federcalcio. Il Collegio di Garanzia del Coni ha infatti dato ragione alla società biancorossa che aveva presentato ricorso contro il mancato ripescaggio in Serie C ad opera del Consiglio federale. Giustizia dunque è fatta e ora la Lega Pro sarà costretta a rivere i pieni con il format che passa da 56 a 57 squadre e i gironi, probabilmente, a 19. Il Rende sarà inserito nel girone C.

Non è ancora finita. Tavecchio ed il Consiglio federale potrebbero subire altre sconfitte. Il Collegio di garanzia del Coni discuterà infatti il ricorso presentato dal Lumezzane contro la riammissione tra i professionisti. Il club lombardo si è anche rivolto al Tar del Lazio. E poi c’è la Vibonese ed un ricorso che pende davanti alla Caf e che verrà discusso il 24 agosto. Entro fine mese sulla vicenda dei rossoblù dovrebbe esprimersi anche il Tar del Lazio.

Potrebbero interessarti

Salerno-Spasari-Ferrante Robin Hood, avviso di conclusione indagini per 18 persone
La Juve “pesca” in Calabria e prende il 14enne Giorgi, il 2003 più forte d’Italia
In partenza per Roma ma arrestati al terminal bus. Cannabis nello zaino e droga in casa