Festival d’autunno, tutto pronto a Catanzaro per il concerto di Arisa

arisa
Facebooktwittergoogle_plusmail

Stasera, al Politeama di Catanzaro, il suo concerto apre la XV edizione del Festival d’autunno

La cosa che sorprende di Arisa è che non ha filtri. Lo si vede quando partecipa alle trasmissioni televisive. Lo si è visto nel corso dell’incontro con la stampa che ha tenuto a Catanzaro, dove questa sera sarà protagonista, al Teatro Politeama (ore 21,30), della prima tappa del suo tour “Ho perso l’amore”, aprendo la XV edizione del Festival d’Autunno.

Con un look del tutto rinnovato (e per molti versi sorprendente: capelli cortissimi, con una leggera cresta al centro e di un colore biondo ossigenato), si relaziona con i giornalisti come se li conoscesse da una vita. Lontanissima dalle formalità e dalle “manie” delle (finte) star, parla della Calabria, del mare bellissimo, della spiaggia, del cibo («Ottimi i vostri pomodori» ribadirà più volte) e lancia l’appello a preservare le città dalle colate di cemento che le trasformano, facendone perdere l’identità. «Cosa aspettarsi dal mio concerto? Della bella musica con una formazione di alto profilo. Oltre ai brani più conosciuti proporrò alcuni pezzi che solo i fan più accaniti ricorderanno ma che, spero, piaceranno a tutto il pubblico».

Poi racconta del suo nuovo taglio e del suo nuovo stile: « Fin da quando ho iniziato la carriera di cantante mi avevano consigliato di restare sempre uguale, tipo la Carrà. Ci ho provato. Ma per me era impossibile perché in realtà mi sento un ragazzetto, per questo ho deciso di esprimere quello che realmente sono anche nell’aspetto». Sul rapporto con i fan, non ha dubbi: «Deve essere normale: se sono in mezzo alla strada con le buste della spesa e mi domandate di fare un selfie, vi chiedo prima di aiutarmi a portare le borse: questo sì che significa avere un rapporto con l’artista… dell’autografo cosa te ne fai?». Al tavolo, con Arisa, il direttore artistico del Festival, Antonietta Santacroce, che ha sottolineato come «la sensibilità di un personaggio come Arisa, il suo modo di essere, la sua energia, siano le qualità giuste per aprire la quindicesima edizione di un Festival che riserverà molte sorprese».

Un Festival che, come detto, parte questa sera: i biglietti, oltre che nelle prevendite autorizzate, su www.festivaldautunno.com e sul circuito Ticketone, potranno essere acquistati anche direttamente al botteghino del Teatro Politeama a partire dalle ore 17, dove si potrà ottenere lo sconto del 15% per chi decidesse di comprare i tagliandi per i quattro concerti in cartellone (Bregovic 20 luglio; Baustelle 30 luglio; Max Gazzé 10 agosto).

Potrebbero interessarti

I Bellocco di Rosarno, la Sacra Corona Unita e il business del pesce
Terremoto in casa della Vibonese, si è dimesso Campilongo
Michele Mirabello Oliverio e il commissariamento della sanità, Mirabello: “Scenda in campo tutto il Pd”