Europei di kitesurf a Gizzeria, il calabrese Romeo Marrero ai primi posti (FOTO)

Facebooktwittergoogle_plusmail

Prima giornata di qualificazioni nel tratto di mare antistante il parco balneare dell’HangLoose Beach. In testa un inglese ed un francese

La prima giornata di qualificazioni del campionato europeo di kitesurf, specialità “Twin tipe racing”, che si è svolta ieri a Gizzeria, ha emesso i suoi verdetti. Nella categoria “giovani” (under 19) primo posto per l’inglese Tom Bridge, seguito da Toni Vodisek, della Slovenia, al secondo posto, e da Victor Bachichet, francese, terza piazza; primo degli italiani Lorenzo Morelli, toscano, attualmente lader del ranking italiano; il calabrese di Strongoli Marina, d’origine cubana, Dante Romeo Marrero si è piazzata ottavo e secondo degli italiani.

Tra le “giovanissime” leadership per la francese Poema Newland, mentre al secondo posto è arrivata Nina Fontcastells, spagnola, e terza Daniela Moroz, Stati Uniti; la prima delle ragazze italiane è stata Chiara Adobati, del Trentino Alto Adige, quinta, seguita da Chiara Tomasoni, bolognese, e Irene Tari, di Roma, entrambe seste. Per gli “open” , la prima posizione è stata appannaggio di Martin Dolenc, croato, seguito da Florian Gruber, tedesco, mentre la terza piazza l’ha conquistata una donna, la statunitense KirstynObrien,; primo degli italiani Giulio Guido.

Nel tratto di mare di fronte al parco balneare HangLoose Beach, organizzatore locale dell’evento si sono presentati 111 atleti, tra Nazionali juniores maschili e femminili e kiters open, in rappresentanza di venti Paesi.35 le batterie ufficiali che si sono svolte, con un tabellone completo per gli uomini (ottavi, quarti, semifinali e finali), unoper le donne (comprendente quarti, semifinali e finali), ed uno per la categoria “open”, che ha disputato semifinali e finali. La partenzadi questa prima giornata ha subito un ritardo di circa venti minuti, start fissato per le ore 13, a causa di un vento leggero che è, poi,aumentato d’ intensità fino ad arrivare a 18 nodi.  Molto intense tutte le regate: rispetto all’anno scorso,la preparazione tecnica dei ragazzi è migliorata tantissimo, Non si sono registratiné intrecci di cavi. “È stato svolto – dice Claudio Alessandrello, giudice di gara – un grande lavoro. Questi atleti hanno raggiunto in poco tempo livelli tecnici molto alti, del resto non è un caso che si punti sui giovanissimi che disputeranno, l’anno prossimo, i giochi olimpiaci in programma a Buenos Aires, Argentina”. Domani, 13 luglio, seconda giornata di qualificazioni.

Potrebbero interessarti

Noi con Salvini si radica a Vibo: Riga neo coordinatore e sede “aperta” alla città
SERIE C | La doppietta di Actis Goretta stende il Matera e il Rende sogna
Sotto l’effetto dell’alcol aggrediscono i carabinieri, due arresti a Reggio (FOTO)