Catanzaro, sciolto il nodo del direttore sportivo. Dall’Andria arriva Piero Doronzo

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il presidente Floriano Noto ha così completato l’organico che già poteva contare sull’esperienza del direttore generale Maglione e sulla riconferma del tecnico Erra

Il Catanzaro è pronto a tuffarsi sul mercato. Ora c’è anche il nuovo direttore sportivo. La scelta è ricaduta su Piero Doronzo che arriva da Andria ed è stato preferito a Cherubini, Secco e Lo Giudice, gli altri tre profili associati per ricoprire una casella lasciare una casella in realtà ancora occupata da Preiti, sotto contratto fino al 2019. Doronzo è l’ultimo tassello del “nuovo” Catanzaro del presidente Noto. Assieme al direttore generale Maglione e al tecnico riconfermato Alessandro Erra avrà il compito di allestire la nuova squadra giallorossa.

Capitolo stadio. Il presidente del Catanzaro Calcio, Floriano Noto, assieme a tecnici di propria fiducia, ha effettuato un altro nuovo sopralluogo allo stadio “Ceravolo” per sincerarsi dello stato di avanzamento dei lavori relativi al completamento dei “Distinti”. Nonostante le rassicurazioni ricevute sulla conclusione dell’intervento, si nutre qualche perplessità sul fatto che il settore possa essere consegnato alla società nei tempi necessari e, quindi, riaperto alla tifoseria sin dalla prima giornata del nuovo campionato. «Sarebbe un peccato e soprattutto un danno per la nuova società e per la squadra stessa – commenta il presidente Noto – non poter contare sull’apporto e il calore dei tanti supporter che, storicamente, seguono le partite dai “Distinti”. Per questo confido che l’Amministrazione Comunale e la ditta incaricata imprimano una sensibile accelerazione ai lavori di riqualificazione, garantendone la fine nei tempi utili affinché il settore possa essere tra quelli opzionabili nella campagna abbonamenti che sarà varata nei prossimi giorni».

Potrebbero interessarti

Kick Boxing a Pizzo, via libera alla terza edizione di Tatami Pro
Un tapiro d’oro per la senatrice Doris Lo Moro, relatrice della legge sullo Ius Soli
Lavori abusivi nel Parco dell’Aspromonte. Sequestrata area di 15mila metri quadrati