Vibo, disco verde della giunta al nuovo regolamento sugli impianti pubblicitari

Comune di Vibo Valentia
Facebooktwittergoogle_plusmail

Lo strumento approderà ora in prima commissione e poi nel Consiglio che potrebbe apportare alcune modifiche. Si introduce il bando di gara per la gestione degli impianti

Prende gradualmente forma il nuovo regolamento relativo agli impianti pubblicitari. Il provvedimento, messo a punto dalla giunta comunale, si appresta ad approdare in Commissione prima e poi in Consiglio. Dalla pubblicità nei condomini fino all’impiantistica esterna – scrive stamane la Gazzetta del Sud – non mancano le innovazioni rispetto allo strumento approvato nel 2014 dall’assemblea cittadina. E ciò sulla base delle recenti sentenze del Consiglio di Stato.

Salta all’occhio, anzitutto, il tentativo di estendere la superficie su cui posizionare gli impianti pubblicitari. Si passerà dagli attuali 800 a 1000 metri quadrati complessivi sull’intero suolo della città e frazioni. Ma c’è un altro aspetto rilevante. E’ prevista, infatti, l’indizione di una gara per la realizzazione, l’installazione, la manutenzione e la gestione degli impianti. Gara per la quale i tempi sono definiti, esplicitamente, nell’arco di sessanta giorni dalla delibera di approvazione.




Si introduce peraltro la possibilità di predisporre un apposito bando di gara con relativo capitolato speciale d’oneri finalizzato a determinare tipologie e quantità di impianti da destinare all’affissione, alla localizzazione sul territorio e all’importo del canone che la ditta aggiudicataria dovrà corrispondere al Comune.

Resta da capire se ad un solo vincitore verrà destinata la completa gestione degli impianti o se si proceda ad una razionalizzazione per singoli lotti. Dovranno essere rinnovate, inoltre, le autorizzazioni qualora abbiano perso efficacia all’entrata in vigore del Piano.
Diverse le prescrizioni nelle quattro zone, che non mutano rispetto al precedente regolamento, in cui è stato diviso il territorio cittadino.

Nel centro storico, ad esempio, sono espressamente vietati tutti gli impianti pubblicitari ad eccezione di locandine e striscioni. Altrove si potranno installare i pannelli, nei limiti stabiliti dal regolamento. Queste le proposte che la I commissione consiliare dovrà vagliare prima che il delicato strumento arrivi in Consiglio.

Potrebbero interessarti

Costretta a vivere in schiavitù per dieci anni tra violenze e abusi insieme ai due figli
La Palmese perde il derby ed anche l’allenatore. Esonerato Pellicori
Pd, conclusi i congressi di circolo a Vibo: Antonio Iannello coordinatore a Triparni