Operazione Jonny, l’inchiesta della Dda regge. Sacco e don Scordio restano in carcere

Don-Scordio-e-Leonardo-Sacco
Facebooktwittergoogle_plusmail

Non convalidato i fermi ma emesse le misure cautelari per la maggior parte delle 68 persone fermate nel maxi blitz di lunedì scorso. Ecco le decisioni del gip di Catanzaro

di MIMMO FAMULARO

Il gip di Crotone Abigail Mellace non ha convalidato i fermi, ma Leonardo Sacco e don Edoardo Scordio restano comunque in carcere. Nei loro confronti infatti il giudice delle indagini preliminari ha infatti emesso una misura cautelare. Regge dunque l’impianto accusatorio della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Il governatore della Misericordia ed il parroco di Isola Capo Rizzuto erano stati fermati all’alba di lunedì nell’ambito dell’operazione denominata Jonny sui presunti illeciti nella gestione del centro di accoglienza per migranti che – secondo l’accusa – sarebbe controllato dalla cosca Arena proprio per il tramite di loro due. Don Scordio e Sacco restano quindi reclusi all’interno del carcere di Vibo Valentia.

Le altre decisioni. Stessa sorte anche per altri indagati che sono comparsi nelle scorse ore davanti al gip di Catanzaro che non ha convalidato il fermo ma ha applicato la custodia cautelare in carcere nei confronti di Nicolino Gioffrè di Taurianova, Luigi Miniaci di Catanzaro e Costantino Lionetti di Catanzaro, difesi rispettivamente dagli avvocati Anna Marziano, Salvatore Staiano e Stefano Nimpo. Stessa misura per Leonardo Catarisano, detto Nando, di Borgia; per Salvatore Abbruzzo, alias “Tubetto” di Catanzaro; Luciano Babbino di Catanzaro, Francesco Bruno di Vallefiorita; Salvatore Danieli, detto Turi, di Catanzaro; Francesco Gualtieri di Catanzaro; Leye Kane, detto Marco, di Catanzaro; Francesco Mammone di Squillace; Domenico Nicoscia di Isola Capo Rizzuto; Domenico Falcone, detto Mimmo, di Catanzaro e per il collaboratore di giustizia Santo Mirarchi di Catanzaro.

LEGGI QUI | Operazione Jonny, scacco agli affari del clan Arena. 68 arresti e 16 indagati (NOMI-VIDEO)

LEGGI QUI | Le mani del clan di Roccelletta su discoteche e campeggi. Le dichiarazioni dei pentiti

LEGGI QUI | Operazione Jonny, Sacco e don Scordio al gip: “Non abbiamo preso soldi a nessuno” (VIDEO)

LEGGI QUI | Operazione Jonny, sigilli ad un patrimonio milionario. L’elenco dei beni sequestrati

Potrebbero interessarti

Il ponte sul fiume Savuto sarà appaltato in poche settimane
Blitz della Polizia di Crotone, tre arresti e dieci denunce
La Saint Michel e i detenuti minorenni in campo per la solidarietà