Torna “Barbablu” contro il femminicidio. Spettacolo gratuito a Catanzaro

Facebooktwittergoogle_plusmail

Venerdì 19 maggio alle ore 19.30 al Piccolo del Teatro Politeama , la compagnia teatrale amatoriale Nuova scena presenta  una narrazione corale ispirata dalle figure femminili 
Lo spettacolo diretto dalla regista Romina Mazza rappresenta una “Spoon River” ironica e vivace in cui sono le stesse vittime a raccontare la propria storia in una sorta di forma dinamica di condivisione della causa di sensibilizzazione della battaglia contro la violenza alle donne. Un monito ribadito e gridato ancora per queste ultime, ma anche per le madri, le amiche, i padri, i fratelli, perché riconoscano tutti i segnali di allarme – e ce ne sono – e allontanino le vittime dai carnefici, unica via per salvarle.
L’abbraccio sicuro. Le mura domestiche dovrebbero rappresentare un abbraccio sicuro dove conservare gli affetti, proteggere i sentimenti, costruire progetti di vita chiamati famiglia. Invece i numeri raccontano che nel nostro Paese le mura domestiche uccidono più della delinquenza organizzata. Lo scenario è drammatico: dal 2006 al 2016 le donne uccise in Italia sono state 1.740 e di queste 1.251 in famiglia, 846 all’interno della coppia, 224 per mano di un ex compagno, fidanzato o marito. Negli anni, si è dovuto coniare un termine, femminicidio, per descrivere la violenza che si continua ad abbattere senza sosta sulle vittime di amori malati, e nello stesso tempo il dolore dei sopravvissuti.
E se è vero che il compito del teatro è anche quello di interrogare il presente e colpire al cuore delle contraddizioni mettendo in discussione radici e valori per spianare la strada a riflessione e azione, si spiega l’undicesima replica dello spettacolo “Barbablù”, l’orco terribile della favola di Perrault che decapita tutte le sue mogli tranne una che trova il suo riscatto vedendolo diverso da come lo aveva immaginato, o meglio ancora, da come aveva preferito pensare che fosse.
Sul palco. Appuntamento, quindi, a venerdì 19 maggio alle 19.30. Sul palco del ridotto del teatro Politeama ancora una volta – sulle musiche eseguite dal vivo da Chiara Troiano con il soprano Fernanda Iiritano – Alba Samà, Azzurra Conforto, Daria Mirante Marini, Emanuela Calabretta, Noemi Critelli, Maria Rita Galati, Tonia De Francesco, la stessa Romina Mazza, Kevin Di Sole e Vincenzo Pugliese.

Potrebbero interessarti

Incendi boschivi, via libera in Commissione sulla legge per la protezione dell’ambiente
Catanzaro-Cosenza, paura per la rivalità tra tifosi. Noto: “Sia una festa dello sport”
Pistola nascosta nell’intercapedine del lavello, un arresto