Coltivava piante di marijuana in casa, 27enne arrestato dai carabinieri (FOTO-VIDEO)

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il giovane aveva nascosto in una cassetta delle condutture idriche due involucri di sostanza stupefacente

Continua senza soluzione di continuità il controllo del territorio secondo le direttive impartite dal Comando provinciale carabinieri di Reggio Calabria che mediante tutte le Compagnie dislocate sull’intera provincia ha intensificato l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Appositi servizi volti a bloccare i flussi dello spaccio di sostanze stupefacenti sono in atto nella città di Reggio Calabria.

L’arresto. In tale ottica, i carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria, diretta interinalmente dal tenente Alessandro Bui, attraverso il monitoraggio costante dei quartieri più sensibili al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, l’attuazione di costanti servizi di pattugliamento e posti di controllo, hanno arrestato per coltivazione e spaccio di sostanza stupefacente Fabio Minutolo, ventisettenne reggino, noto alle forze dell’ordine.




La perquisizione. I militari nel corso di un attento controllo nel quartiere Modena, a seguito di una perquisizione in una abitazione, hanno rinvenuto 2 piante di marijuana per un peso complessivo di 171 grammi. Dopo aver esteso il controllo anche alla cantina del giovane, rinvenivano all’interno della cassetta delle condutture idriche, due involucri termosaldati contenenti ulteriori 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo Marijuana.

Il sequestro. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato posto sotto sequestro ed il giovane, al termine delle formalità di rito, su disposizione del pm di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, è stato ristretto in regime di detenzione domiciliare nella propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida.

Potrebbero interessarti

SERIE D | Dalla protesta alla festa, la Vibonese mostra i muscoli e travolge il Portici (VIDEO)
Carabinieri ‘Ndrangheta infiltrata nella politica, 24 arresti in Lombardia. C’è anche un sindaco
#Donoday 2017, l’adesione dell’amministrazione comunale di Vibo