Detenzione di armi e droga, due arresti nel Vibonese (FOTO)

Facebooktwittergoogle_plusmail

Vasta operazione contro il traffico di armi e droga dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Nella mattinata di oggi, a Gerocarne, in località Ariola, i militari della Stazione carabinieri di Soriano Calabro guidati da Barbaro Sciacca, congiuntamente agli uomini dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Calabria, hanno arrestato in flagranza di reato Rocco Pagano, classe ’59, di Arena, incensurato e Bruno Antonio Gallace, classe 95, di Gerocarne, pastore, anch’egli incensurato. I reati contestati ai due sono: detenzione di arma clandestina, detenzione abusiva di munizionamento e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.




Le operazioni, guidate di persona dal comandante di Stazione, Barbaro Sciacca, sono cominciate all’alba in località “Ingegneri” dell’Ariola e hanno interessato l’abitazione e una serie di pertinenze di proprietà del nonno di uno dei due arrestati ma, di fatto, in uso a loro. Durante il minuzioso servizio di perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto, nascoste nel camino di un casolare: 2 pistole a tamburo, cal.38, senza marca e con matricola abrasa, completa di 58 colpi cal.38.




Proseguendo con i controlli – che si sono protratti sino a tarda mattinata – i militari hanno scoperto, riposti nel sottotetto di una casa legno – sempre in uso agli arrestati -, circa 40kg di marijuana, occultati in 9 buste nere per la spazzatura e 1 bidone bianco – dell’altezza di 1 metro circa. E ancora, in un ovile e un altro casolare, ben confezionati in buste di cellophane da mezzo chilo l’una, altri 2 pani di marijuana. Contestualmente i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno, con i colleghi della Stazione di Arena hanno provveduto al ritiro, in via amministrativa, di: 4 fucili cal.12, 2 carabine cal. 7,65 e 4,5, una pistola cal. 7,65 e circa 1000 colpi, di proprietà di Rocco Pagano. Gli arrestati, espletate le formalità rito, sono stati portati nella casa circondariale di Vibo Valentia, a disposizione dalla competente autorità giudiziaria.

L’operazione di oggi va ad inserirsi in una più ampia strategia di contrasto al traffico di armi e droga sul territorio serrese. La Compagnia di Serra San Bruno sta impegnando, senza risparmio, tutte le risorse a disposizione per promuovere le migliori condizioni possibili di sicurezza sul territorio. Solo un mese fa, un altro arresto e il sequestro di più di un chilo di droga, sempre nel territorio di Soriano Calabro.

Potrebbero interessarti

Tentato omicidio di Scrugli a Vibo, Nunzio Manuel Callà condannato a undici anni
Minaccia e aggredisce la moglie Violenza sessuale e di genere, ecco il piano per formare il personale sanitario
Rende-Francavilla SERIE C | L’ex Vibonese Saraniti affonda il Rende al “Lorenzon” (VIDEO)