Aggressione ai medici di Vibo, il dg dell’Asp annuncia: “Parte civile in tutti i processi”

Facebooktwittergoogle_plusmail

Il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale Angela Caligiuri preoccupata per l’escalation di aggressioni fisiche, verbali e psicologiche




Una escalation di aggressioni a medici, infermieri ed operatori sanitari senza precedenti. Un lungo elenco di denunce che non sempre finiscono sui giornali o in televisione. La vile aggressione perpetrata ai danni del medico dirigente del Dipartimento prevenzione dell’Asp di Vibo, Fortunato Carnovale, ha riacceso i riflettori su un fenomeno purtroppo in ascesa.

Punta dell’iceberg. Quanto accaduto la scorsa settimana non è insomma un caso di straordinaria emergenza, ma di ordinaria amministrazione con la quale bisogna fare i conti quotidianamente. “E’ solo la punta di un iceberg” ha detto il presidente dell’Ordine dei Medici di Vibo Valentia Antonino Maglia nella tavola rotonda alla quale hanno preso parte nella tarda mattinata di oggi molti dei suoi colleghi, il consigliere regionale Vincenzo Pasqua, il sindaco di Vibo Elio Costa ma anche l’intero management dell’Asp con in testa il direttore generale Angela Caligiuri.




LEGGI QUI | L’Ordine esprime indignazione e spunta un’altra aggressione ad un medico vibonese

Parte civile. “L’Azienda sanitaria provinciale – ha dichiarato – si costituirà parte civile in tutti i processi. Non è più possibile sottacere”. Parole forti pronunciate davanti al prefetto Guido Longo che non ha voluto mancare all’iniziativa promosso dai medici vibonesi. “L’Asp – ha aggiunto la Caligiuri – è molto preoccupata per questa escalation di aggressioni fisiche, verbali e psicologiche degli operatori sanitari. Oltre a costituirci parte civile nei vari processi, punteremo sulla formazione del personale per uniformare i comportamenti dei nostri dipendenti e per migliorare la gestione del paziente e dei familiari”.

LEGGI QUI | Medico preso a calci e pugni in pieno centro a Vibo, individuati gli autori dell’aggressione

Potrebbero interessarti

Tonno Callipo, arriva la terza riconferma. Resta a Vibo anche Marco Rizzo
bruno caccia Omicidio del giudice Caccia, chiesto l’ergastolo per il presunto killer
Elezioni amministrative a Stefanaconi, Solano chiarisce: “Nessun accordo politico”