Scritte contro don Ciotti, a caccia di riscontri nei filmati di videosorveglianza

Facebooktwittergoogle_plusmail

I carabinieri delegati alle indagini stanno visionando i video della manifestazione  di ieri a caccia di riscontri per arrivare ad identificare l’autore o gli autori

Si stanno concentrando sui sistemi di videosorveglianza installati nella zona della cattedrale di Locri le indagini dei carabinieri per risalire alle scritte contro don Ciotti fatte la notte scorsa. Gli investigatori sperano così di ricavare elementi che possano rivelarsi utili all’identificazione dell’autore. Gli investigatori stanno anche visionando i filmati della manifestazione di ieri allo stadio alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella. Una delle ipotesi prese in considerazione è che proprio a quella manifestazione possa avere assistito qualcuno a cui potrebbe essere riconducibile il gesto della notte scorsa.

La vicinanza. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha telefonato a don Luigi Ciotti per esprimergli la sua vicinanza. Il capo dello Stato, dopo, ha chiamato anche il vescovo di Locri, monsignor Francesco Oliva.

Potrebbero interessarti

Seconda Zes, non invitata al “tavolo” Vibo prova ad… accodarsi
SERIE A | Si sblocca il Crotone. Mandragora e Rohden abbattono il Benevento
Carabinieri di Davoli Occulta ovuli di cocaina nell’officina, meccanico arrestato nel Catanzarese