Lascia il cane incustodito, rintracciato aggredisce e minaccia i carabinieri

carabinieri
Facebooktwittergoogle_plusmail

I carabinieri della Stazione di Santo Stefano in Aspromonte hanno tratto in arresto un 52enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, F.M., colto in flagranza per minaccia e resistenza a un pubblico ufficiale. L’uomo è stato anche denunciato per porto illecito di oggetto atto ad offendere.

Il 52enne avrebbe minacciato ripetutamente i militari che erano intervenuti in centro dopo una serie di chiamate al “112” da parte di numerosi cittadini. I carabinieri lo avevano rintracciato dopo che aveva lasciato incustodito un cane, un pastore tedesco di sua proprietà, creando così allarme tra i residenti.

All’atto del controllo, però, l’uomo ha spintonato ripetutamente e minacciato gli agenti che, così, lo hanno bloccato e arrestato. Perquisito è stato trovato con un coltello a serramanico di 18 cm e dopo le formalità sottoposto ai domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo.

Potrebbero interessarti

carabineiri Furti “seriali” nel Vibonese: almeno sei i colpi nelle ultime settimane
medicina Salute, “paura del dentista”: anche a Vibo la tecnica per superare ansia e timori
Chiesa: Tribunale ecclesiastico Cosenza diventa autonomo
Natale in crociera, a Vibo Marina non solo migranti: ecco “La Belle de l’Adriatique”
Alarico Rai: sindaco di Cosenza contro Tgr per servizio su Alarico, replica del Cdr
Vibo, al Sistema Bibliotecario l’intellettuale Claudio Magris
Soldi Economia Economia nel Mezzogiorno, Svimez: si ferma il calo del Pil
Comune-di-Vibo-Valentia Comune Vibo, “tensioni” nella maggioranza: sindaco convoca riunione urgente
VOLLEY | Non solo Superlega, la Callipo si coccola i suoi “tonnetti”
Agricoltura, il Forum calabrese la spunta: “Via dai disciplinari il glifosate”
“Insieme… Nataliandu”: spettacolo, gastronomia e solidarietà a Vibo
Sgarbi al liceo classico di Vibo, il dirigente smorza le polemiche: “Cultura per me è senza limiti”
Maltempo, freddo e disagi a Vibo per gli studenti: aule ghiacciate