SERIE A | Crotone, il presidente Vrenna non si arrende: “Non siamo spacciati”

Raffaele Vrenna
Facebooktwittergoogle_plusmail

Il patron dei rossoblù rinnova la fiducia al tecnico Davide Nicola anche dopo il kappaò maturato ancora allo scadere all’Olimpico contro la Lazio

Non siamo spacciati e non ci crediamo spacciati, io credo fermamente alla salvezza”. Lo dice il presidente del Crotone, Raffaele Vrenna, che all’indomani della sconfitta subita dai calabresi contro la Lazio rinnova anche la fiducia al tecnico Davide Nicola. “Penso che andremo avanti con lui fino alla fine e cercheremo insieme di salvare il Crotone. Il nostro è un gruppo eccezionale che non mollerà fino alla fine e quindi andiamo avanti così” ha sostenuto Venna ai microfoni di Radio Anch’io Lo Sport. “Bene o male siamo in serie A e vogliamo rimanerci, ma abbiamo avuto anche delle indecisioni arbitrali un po’ pesanti. Io non mi lamento mai perché sbagliare è umano, ma speriamo che il nostro sia un ritorno con un po’ di fortuna in più”

Così patron sulla polemica arbitrale innescata dal gol ingiustamente annullato a Rohden dall’arbitro Maresca nel match di ieri: “Incosciamente, il Crotone è l’ultima arrivata Ieri c’è stato un errore sul nostro attaccante che era andato in gol, poi altri errori. Ma il calcio è anche questo. Sicuramente -prosegue- la società non mollerà e cercherà fino all’ultimo di mantenere la Serie A che è importante per tutta la Calabria. Stiamo giocando bene, alla pari con tante società importanti come è stato anche ieri con la Lazio. Io dico che nel ritorno c’è la possibilità di salvare il Crotone e noi ce la metteremo tutta. Non ce l’ho con gli arbitri, abbiamo anche patito l’impatto con la Serie A perché abbiamo molti giovani. Ma abbiamo una squadra che sarà tenace fino all’ultimo e c’è la voglia di fare meglio di quanto fatto all’andata”.

Potrebbero interessarti

Vibo-Valentia-municipio-comune Rimpasto in Giunta al Comune di Vibo, fuori Scuticchio e Imeneo. L’Ambiente a Luciano
La Tonno Callipo si colora di azzurro: Sorrenti e Paradiso convocati in Nazionale
Lite per una precedenza, lo prende a calci e lo manda in ospedale. Grave un ferroviere