Capodanno da record: boom di visite al Museo archeologico di Reggio Calabria

Facebooktwittergoogle_plusmail

Boom di visite al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria per l’apertura straordinaria di Capodanno. Con 3643 ingressi, il MArRC supera anche gli Uffizi di Firenze (3489 persone), ponendosi tra i luoghi della cultura più visitati d’Italia. “Un grande successo – commenta il direttore Carmelo Malacrino – certamente dovuto non solo all’ingresso gratuito collegato all’iniziativa MiBACT #domenicalmuseo».

Nomisma. Molti, infatti, sono stati i visitatori richiamati dalla mostra temporanea inaugurata lo scorso 22 dicembre, dal titolo “Nomisma. Reggio e le sue monete”. Curata da Malacrino e da Daniele Castrizio, professore ordinario presso l’Università di Messina, essa offre la possibilità di viaggiare nella straordinaria storia antica e medievale della città attraverso la presentazione di oltre 150 monete in oro, argento, elettro e bronzo, molte delle quali esposte per la prima volta. La mostra, visitabile fino al 31 marzo con il normale biglietto d’ingresso, si affianca a una seconda mostra temporanea offerta dal MArRC, dedicata al tema della navigazione nell’antichità.

Bilancio positivo. Ma è anche tempo di bilanci sul 2016 appena conclusosi, un anno che il 30 aprile ha visto il MArRC inaugurare tutti i suoi spazi dopo sette anni di chiusura. L’anno si chiude con numeri record: oltre 210.000 visitatori, di cui più della metà paganti, con un incremento del 35% rispetto agli ingressi del 2015. Più che raddoppiati, invece, gli introiti della bigliettazione, che nel 2015 erano stati di circa 304.000 euro. “Il MArRC – dichiara il direttore – conferma la sua forza di grande attrattore culturale e turistico della Calabria e dell’area dello Stretto, ma anche il suo carattere di museo dinamico e accogliente per i cittadini che si lasciano sorprendere a ogni nuova visita. Tali risultati sono stati ottenuti anche con la ricchissima programmazione offerta dal Museo nel corso dell’anno, comprendente oltre un centinaio di eventi, tra mostre, conferenze, presentazioni di libri e iniziative per i bambini”.

Le iniziative per la Befana. Proprio ai più piccoli sarà dedicata la giornata del 6 gennaio al Museo. Mentre gli altri visitatori sulle note di una suggestiva musica natalizia potranno ammirare i reperti esposti, i bambini (accompagnati dagli adulti) potranno interagire con le collezioni del Museo divertendosi con l’Enig-MArRC. Dalle 10 alle 13 saranno distribuiti gratuitamente 200 fascicoli con tanti giochi rivolti a ragazzi in età prescolare e scolare. Nel fine settimana, con il supporto dei volontari del Touring Club, sarà anche possibile visitare l’area archeologica del MArRC con la necropoli ellenistica dalle 9.00 alle 13.00 e domenica anche dalle 16.00 alle 20.00.

Potrebbero interessarti

Amministrative nel Vibonese, la farsa del civismo con la politica dietro le quinte
Vibonese presidente Caffo Vibonese retrocessa, Caffo: “Figli di un dio minore. Puntiamo alla riammissione” (VIDEO)
Immobili costruiti abusivamente finiscono sotto sequestro