Sorpreso con due pistole, una carabina ed un machete: fermato 26 enne

I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla locale Procura della Repubblica che ha concordato con le risultanze investigative dell’Arma, nei confronti di Domenico Gullì, un giovane reggino di 26 anni, per i reati di detenzione illegale di...



I carabinieri di Reggio Calabria hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla locale Procura della Repubblica che ha concordato con le risultanze investigative dell’Arma, nei confronti di Domenico Gullì, un giovane reggino di 26 anni, per i reati di detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione.

Lo scorso 29 aprile, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai carabinieri, erano state trovate, occultate in due buchi praticati nelle facciate delle baracche adibite a ricovero di animali, gestito dal 26 enne, due pistole revolver calibro 38, una delle quali con matricola punzonata, 5 cartucce calibro 9 mm Luger, una carabina ad aria compressa, e un machete.

Secondo le indagini dei Carabinieri la detenzione sarebbe da ricondurre proprio all’odierno fermato, il quale si sarebbe poi reso irreperibile alle immediate ricerche effettuate dagli investigatori. Il fermo è stato eseguito ieri, l’uomo è stato associato al carcere di Arghillà in attesa della convalida del fermo. (AGI)

Ultima modifica: 17 aprile 2018