#NATUZZA | Le testimonianze di don Giosy e dell’attrice Beatrice Fazi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Esperienze e parole toccanti quelle riportate dal noto cantautore come pure da una delle protagoniste della fortunata serie tv “Un medico in famiglia”

di VINCENZO VARONE

Natuzza Evolo è stata e continua ad essere ancora oggi la madre universale, come l’ha definita l’ex vicedirettore del quotidiano cattolico “Avvenire” Gianfranco Marcelli, a cui rivolgersi per ottenere una grazia e per farsi indicare la retta via; la mistica semplice e umile che durante la sua missione terrena ha saputo portare alla conversione migliaia di persone; una donna di fede profonda che grazie al suo carisma è rimasta nel cuore di migliaia di persone. Come nel caso del noto cantautore don Giosy Cento che da anni canta la vita e la fede e che vive la musica come vera e propria missione.

don giosyFaccia a faccia. L’incontro tra don Giosy e Fortunata Evolo avvenne anni fa e toccò profondamente il cuore del sacerdote capace di trasmettere con le sue canzoni, soprattutto ai giovani, sensazioni forti cariche di speranza. Un faccia a faccia quello tra don Giosy e Natuzza che ha lasciato il segno e che a distanza di alcuni anni ha ispirato la composizione di una serie di brani raccolti recentemente in un disco sotto il titolo: “Non cercate me”. “Sono stati i giovani – afferma don Giosy – a farmi incontrare mamma Natuzza. Lei, quel giorno, mi aspettava dietro la porta per aprirmi ed accogliermi. “Si arriva così tardi, figlio mio? Non mi ha detto Don, non ha detto Padre, mi ha detto “figlio mio”. Ho sentito – prosegue il cantautore – profumi biblici di grembo universale: lei madre dei suoi figli e di figli numerosi come le stelle del cielo. L’irradiazione dell’amore da umile serva, una di noi, con un cuore come quello della Vergine Maria. Mi sono lasciato abbracciare da mamma Natuzza e ho ascoltato, ho tanto ascoltato le sue parole di madre a un figlio prete. Per questo è nato questo disco – conclude don Giosy Cento – dedicato alla sua piccolissima grandezza e ai doni particolari di cui Dio l’ha riempita. E’ solo per dirle: Grazie”. Parole forti e semplici, quelle del “prete che canta”, il quale non ha mai dimenticato e che ha sempre conservato tra i suoi ricordi più belli.

L’opera. Il cd è stato presentato per la prima volta nel corso di un concerto, che il cantautore ha tenuto l’estate scorsa nella Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime”, in occasione del novantunesimo anniversario della nascita di Mamma Natuzza e subito dopo la celebrazione religiosa presieduta dal vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea monsignor Luigi Renzo.

beatrice faziL’incontro con “Melina”. Un’altra testimonianza recente su Fortunata Evolo è stata quella offerta nel corso del consueto incontro mensile con i giovani dall’attrice Beatrice Fazi, conosciuta dal grande pubblico italiano per il ruolo di Melina nella serie televisiva “Un medico in famiglia”. L’attrice, dialogando con i giovani sul percorso da lei compiuto lungo la strada della fede, ad un certo punto del suo intervento ha ringraziato Mamma Natuzza per la sua intercessione nella nascita di sua figlia alla quale ha dato poi il nome di Maddalena Natuzza. Testimonianze forti. Nuovi semi piantati tra gli uliveti e le colline di Paravati, nel Vibonese. Semi destinati a diventare piante rigogliose di speranza.

Potrebbero interessarti

Tentare di rubare all’interno di un’abitazione, arrestato un ucraino a Reggio
Volley, Vibo ospita Modena nell’anticipo della nona giornata
comune-lamezia Sciolto il Consiglio comunale di Lamezia, Cuda: “Un duro colpo per la città “